Diagnosi e terapia in Medicina Integrata

La diagnosi è il riconoscere una malattia in base alla analisi dei segni e dei sintomi, la visione degli esami strumentali e di immagine, (esami del sangue, delle urine, biopsie, Radiografie, RMN, TAC, PET etc etc.).

In Medicina Integrata  lo scopo è la comprensione multidimensionale di una persona, per arrivare ad una visione del paziente più profonda: approfondiamo lo psichismo, le abitudini di vita, il modo di parlare, muoversi, stile di vita, i sistemi di credenze e tanti altri aspetti per costruire una visione più completa.

La diagnosi in Medicina Integrata

Quello che emerge è molto più di una etichetta di malattia, da combattere con  uno o più farmaci magari scelti esclusivamente ed acriticamente dalle linee-guida, ma una visione della persona, del suo corpo fisico, della abitudini mentali, comportamenti sociali, relazioni affettive in cui si sviluppano quei segni e quei sintomi, che sono suoi, individuali, e per i quali si dispone la sua terapia, e non un protocollo generico e valido per tutti.

Non escludo nessuna strategia di intervento: dalla farmacologia tradizionale, obbligatoria nelle acuzie e nelle emergenze, alla fitoterapia, omotossicologia, tecniche di meditazione/disciplina mentale, nutrizione, integrazione, nutraceutica.

L'obiettivo è quello di un recupero della globalità del paziente, che diventa parte attiva del trattamento medico, responsabile verso la sua salute, e di educazione alla pratica quotidiana di strategie di prevenzione primaria.