Cosa fare quando non si può (o non si vuole) fare la chemioterapia

Esistono pazienti che non si sottopongono, per loro scelta, fin dalla diagnosi alle terapie tradizionali, in particolare alla chemioterapia, in quanto ritengono che i rischi legati alla metodica, insieme agli effetti collaterali presenti, siano superiori ai benefici che ne possono ricavare.

Vi sono poi malati che hanno interrotto le terapie convenzionali per loro scelta, spesso per sopravvenuta tossicità,  con il benestare dell’oncologo di riferimento.

Infine si incontrano pazienti dove le terapie tradizionali sono state dichiarate non più efficaci, in genere dopo aver provato protocolli di prima e seconda linea, e spesso anche di terzo livello, per mancanza di risposta della malattia, o per l’età del paziente.

Per tutte queste persone esistono trattamenti, anche qui individualizzati, che hanno una qualche efficacia nel miglioramento dello stato clinico e psicologico del paziente.

Tra questi la somministrazione di vitamina C in vena, ad alte dosi..

Ormai  supportata da varie ricerche e pubblicazioni scientifiche, ha pubblicazioni di trial clinici e risultati clinici molto interessanti.

Alcune pubblicazioni su questa terapia, praticata nello studio da diversi anni:

Intravenous Vitamin C and Cancer: A Systematic Review.                                                        2014

High-dose intravenous vitamin C combined with cytotoxic chemotherapy in patients with advanced cancer: a phase I-II clinical trial.                                                    2015

High-Dose Vitamin C Promotes Regression of Multiple Pulmonary Metastases Originating from Hepatocellular Carcinoma                                                                        2015

Treatment of Pancreatic Cancer with Pharmacological Ascorbate.                                  2015

Molecular mechanisms of pharmacological doses of ascorbate on cancer cells              2015

 

Inoltre esistono osservazioni e lavori scientifici, già effettuate da colleghi e cliniche, pubbliche e private, strutture note in tutto il mondo, sulla efficacia di questi approcci.