Perché la Terapia Integrata da risultati migliori

Sperare nella “ cura”, intesa come il proiettile magico che distruggerà “la” malattia, non è un atteggiamento scientificamente corretto, poichè le cellule tumorali continuano ad accumulare mutazioni, spesso a ritmo elevato, e le cellule di una massa tumorale sono di differenti "linee".

Il cancro non è “una” malattia, ma un insieme di tante malattie.

Il "valore aggiunto" della Terapia oncologica integrata è appunto quello di controllare sempre meglio il cancro, disintossicando efficacemente il paziente, aumentando l’efficacia delle terapie tradizionali,  nutrendolo con una dieta antitumorale, e aumentando sensibilmente la qualità di vita del malato.

cellule

Molti tumori vengono curati in maniera definitiva se scoperti negli stadi iniziali, ma purtroppo non sempre la diagnosi è così precoce. 

La ricerca spiega sempre meglio il comportamento molecolare delle cellule malate, come aggirano i meccanismi che limitano la loro crescita illimitata, come provocano la formazione di nuovi vasi sanguigni per nutrirsi, come stabiliscono nuove colonie (metastasi), come si difendono dal nostro sistema immunitario, e vengono sviluppate nuove strategie per impedire la crescita e la diffusione del cancro.

Queste nuove strategie  consentono ad un sempre maggior numero di malati di trattare il cancro come una malattia cronica, come il diabete o l’ipertensione, piuttosto che come una malattia inesorabilmente mortale.

Infine va sottolineato che dopo una remissione di malattia la prevenzione primaria è fondamentale per evitare la recidiva, ed è uno dei settori specifici di intervento del medico esperto in trattamento integrato.